Archive | ottobre 2016

Referendoom (parte 1?)

Torna dal vigneto Massimo D'Alema per salvare il mondo: dicaimo No alla riforma (schiforma, renziforma, deforma, a seconda che siate grillini, salviniani o berlusconi) e poi faremo le riforme tutti insieme!" Come ai tempi della gloriosa Bicamerale. Io, mammeta e tu.

Torna dal vigneto Massimo D’Alema per salvare il mondo: dicaimo No alla riforma (schiforma, renziforma, deforma, a seconda che siate grillini, salviniani o berlusconi) e poi faremo le riforme tutti insieme (con Silvio, Quagliariello e Cirino Pomicino)!”
Come ai tempi della gloriosa Bicamerale. Io, mammeta e tu.

Giuro che ho tentato disperatamente di mantenere una posizione laica sul Referendum del 4 dicembre, cercando di capirci qualcosa con la riforma che verrà sottoposta al giudizio degli italiani, barcamenandomi tra le ragioni del Sì e quelle del No, ma al solito non ce la posso fare, e devo sfogarmi.

Non ho avuto le idee chiare dall’inizio, lo ammetto, e sono ancora sicuro che sia una follia far pronunciare il corpo elettorale su una questione di cui non comprende assolutamente nulla, ma per fortuna è intervenuta una semplificazione assoluta, che rende chiunque edotto in materia, e trasforma i 60 milioni di c.t. della Nazionale in 40 milioni di costituzionalisti: chi vota Sì appoggia l’operato di Renzi, chi vota No vuole mandarlo a casa. Miracoli della politica italiana sommati alle presunzione di un Presidente del Consiglio convinto che il 40.8% delle elezioni europee derivasse dal fatto di essere bravo e incapace di capire che in questo schizofrenico paese, dotato della memoria di un pesce rosso, 6 mesi corrispondono a una vita politica. “E ginius!”, per dirla con le sue parole. Continua a leggere…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: