Archive | giugno 2015

Un giorno di ordinarie cazzate

I famosi 45 euro ad immigrato, stampati grazie alla sovranità monetaria.

I famosi 45 euro ad immigrato, stampati grazie alla sovranità monetaria.

Da quando l’ignoranza è diventata un punto di vista? Da sempre, secondo me, ma oggi è peggio, perchè gli ignoranti hanno preso coscienza del proprio numero e, di conseguenza, del loro essere un’immane forza storica.

Tradotto: prima o poi saranno cazzi per tutti.

Teramo, ufficio postale di Via Pannella, famoso per la solerzia dei suoi impiegati, nonchè per la carenza di francobolli da apporre alle attestazioni di data certa (“Oh, ma i francobolli non ce l’hai?”, “Ah, mi scusi, questo è un ufficio postale, corro in macelleria e torno!”)

Mentre si attende felicemente tra scherzi e lazzi ai pensionati in fila per contare il denaro depositato per controllare che il Governo non glieli abbia rubati nottetempo e le signore che “lu giuv’no’ che numere t’hi? che tinghe da ‘rjì a la casa a cucini’…”, alle 10.30 di mattina, mentre bestemmi in turco contro il genio che ha elaborato l’algoritmo di chiamata dei numeri, che non ha previsto la possibilità di applicarlo ad un ufficio postale di dimensioni inferiori a quello di Via Taranto a Roma (santamadonna, se hai un solo sportello adibito alla corrispondenza, la gestione dei numeri devi poterla configurare per eliminare i 2 pacchi PRIMA dei 300 bollettini…), insomma mentre invochi una purificatrice pioggia di meteore sulla varia umanità presente, entra lui. Continua a leggere…

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: