Spazianalità*

Mai-Dire-Tutto_8469*da un sms inviato durante il primo confronto tra candidati alla carica di Sindaco della Città di Teramo

E’ andato in onda il primo confronto tra 4 dei 6 candidati a Sindaco della nostra Città, a tratti divertente, sempre civile, persino interessante. Quello che segue, prescindendo dal contesto, con tutti i limiti dell’estrapolazione di una frase dal discorso, sono gli highlights del nostro personale Mai dire Sindaco. Primo punto del programma: fatevela una risata!

Non vedrete i nomi di chi ha pronunciato cosa, e le dichiarazioni sono state rimescolate per alterarne l’ordine cronologico, ma potete trovare l’incontro integrale sul sito di Teleponte!

Spazianalità ma solo la realtà dei fatti (sms imbattibile)

Lei è esperto di internet, ci darà finalmente il wifi gratis? (sms durante la trasmissione)

 

Parla come mangi (e mangia meglio!)

  • il sivich craunfandin
  • dissuàdere
  • “ognuno di loro presenteranno il loro sogno”
  • vichiteramo” (aridaje)
  • “il rinnovamento energetico” (o le energie rinnovabili?)
  • il centro di astrologia di Collurania
  • “è chiaro che questo va fatto uno studio”
  • “orti botanici sul lungofiume” (orti civici?)
  • “qualsiasi turista che viene non sanno cosa possono vedere”

 

Poche idee, ma ben confuse

  • cercare delle nuove forme di artigianato, che comunque la nostra provincia è ricchissima di tantissime forme di artigianato, e quindi non solo, anche a livello di riportarlo a Teramo e di riportarlo nella nostra Città
  • “imbottigliare e vendere l’acqua del Ruzzo, ottenendo l’effetto di non far andare avanti e indietro i tir che portano acqua da fuori” (scusa, ma non mi arriva già dal rubinetto? le bottiglie non le porterebbero i tir? boh…)
  • “l’errore più grande è stato considerare la città come interventi a macchia di leopardo”
  • bisogna ridare un po’ di vigore al tessuto economico della città, come fare? perchè è facile dire dobbiamo ridare al tessuto economico un vigore, dobbiamo ridare un po’ di spessore al tessuto commerciale… ed è chiaro che non è che si può fare pensando solo ad una cosa, lo si può fare pensando a tante cose
  • un ufficio per abbattere la burocrazia, pensare a ridurre la burocrazia creando uno sportello adatto
  • “abbiamo visto attraverso degli studi, perchè comunque ci siamo messi a studiare”
  • perchè dobbiamo votare per me? intanto mi dovrebbe dar fiducia, in base a quel progetto per la città che avremo modo di conoscere. Ci devono votare per la fiducia, dandoci una fiducia
  • “il problema sicurezza si abbatte a monte”
  • “e dobbiamo proporre la modifica del codice civile come ha fatto la Francia” (sul concetto del buon padre di famiglia)
  • “collaborazione tra grande distribuzione e spacci di frazione per impedire che tutte quelle persone che devono comprane il pane, la pasta, il latte, le uova non vengano tutti i giorni in centro ad incrementare il traffico” (???)
  • proporrò una delega alla quotidianità
  • dissuàdere la sosta in centro aumentandola
  • “ho lavorato da mattina a sera e non conta il tempo in cui uno lavora”
  • – abbiamo il teatro romano, l’anfiteatro romano messo lì in mezzo al centro storico, non illuminato
  • – perdono, non è vero che non è illuminato
  • – però comunque non può stare lì
  • “vorrei ricordare a me stesso prima di tutti”
  • “rivalorizzare la vocazione turistica che non è mai stata sfruttata”
  • “l’Ipogeo è inadatto per la musica lirica e per la classica, perchè sopra c’è una piazza con il passaggio delle macchine”
  • [Teramo ha] un patrimonio artistico paragonabile a quello di una capitale come Roma
  • “l’errore più grande che ha fatto questa amministrazione si possono riassumere in due”
  •  “(civic crowdfounding) … si decide il progetto e attraverso una colletta può essere realizzato”
  • una zona franca per detassare le tasse

 

e per concludere, il momento verità, affermazioni sconvolgenti!

  • io che noi abbiamo curato bene il centro, io direi che non è nemmeno così vero
  • “basta sapere che di 50 plessi scolastici, pur avendo speso 10 milioni di euro in tutti questi anni, noi non riusciamo ad arrivare a quelle che sono le nuove leggi sulla 626 e sulla messa in sicurezza dei nostri edifici” (la 626 è del 1994, quindi in in tutti questi anni…)
  • “luoghi di aggregazione, c’è Empatia, ma lamentano i più piccoli di non potere stare dentro quando ci sono i più grandi e di non avere sempre soldi da spendere per prendere un caffè, un tè, per dare l’impressione di consumare qualcosa
  • il polo scolastico in questo momento è in stand-by perchè il promotore ha avuto difficoltà economiche, ma lo riproporremo” (e gli risolviamo le difficoltà economiche?)
  • “bisognerebbe calmierare gli affitti, che sono troppo alti, ci sono persone che preferiscono non affittare se non affittano al prezzo che dicono loro” (strano eh?)
  • per i luoghi di aggregazione, c’è la biblioteca, ma i ragazzi devono stare in silenzio

E questo era solo il primo incontro! e mancavano persino due altri candidati Sindaco, di sicuro ci sarà da divertirsi…

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: