Magna Immoralia Dicembre 2013

La scelta del "font" è decisamente casuale. Certe volte ti chiedi dove sia la polizia polacca quando serve...

La scelta del “font” è decisamente casuale. Certe volte ti chiedi dove sia la polizia polacca quando serve… Toglietegli i forconi, dategli le zappe.

Per la categoria Paese Strano, l’Italia riconferma in questa settimana la propria nomination per il 2013.

In dieci giorni la possibilità di coprirsi di ridicolo è stata sfruttata fino alla fine, in tutte le occasioni, dalle decisioni della Consulta ai problemi di chi non riesce a caricare un forcone nella sua Jaguar, dall’annuncio delle rivoluzioni berluschine ai TAR che ne sanno una di più della scienza. Ah, già, manca il curioso caso di Instanbul: un campo di calcio ghiacciato, ma solo per chi ha perso la partita. Misteri d’oriente…

Siamo tutti costituzionalisti: il Porcellum è incostituzionale (in parte), quindi il Parlamento è illegittimo, il Presidente della Repubblica è abusivo, il Governo non esiste, e i giudici costituzionali nominati da Napolitano non obliterano il biglietto sull’85. Lo dice pure Beppe Grillo, quindi è verità. Subito al voto! Anzi no, sorgono dubbi di costituzionalità anche sulla Costituzione, torna in vigore lo Statuto Albertino, e visto che l’ultimo re era alto 1,53, il trono spetta a Silvio Berlusconi, dopo l’abdicazione di Brunetta.

Forchette: va di nuovo in porto l’ennesima protesta all’italiana contro chi lavora. Drappelli di gggente che protesta condividendo le ragioni di protesta che comunque non conosce (sondaggio a Matrix, rilanciato pure da www.iforconi.it), spinti da simpatici esponenti di quella che una volta si sarebbe chiamata destra sociale, qualche autotrasportatore nostalgico del golpe di Pinochet, evasori del pagamento delle multe per lo sforo delle quote latte (e ex segretari della lega Nord Abruzzo, no, basta ridere…), concessionari auto, grazie a un inserzione a pagamento su Facebook invitano alla protesta contro la globalizzazione, per riprendersi la sovranità monetaria, contro il governo dei nominati (ah, quando i ministri venivano eletti…), per i porno in prima serata, Bilderberg, scie chimiche e fracking quanto basta. Ah, Stamina, non ce lo scordiamo. Sostanzialmente l’invito alla gente esasperata da tutto ciò che non funziona a scendere in strada, fottersene delle leggi – come sempre hanno fatto – e farsi giustizia da sé. Entusiastica adesione anche dal nord Europa: un gruppo di tifosi dell’Ajax in trasferta a Milano, stufi di essere bloccati nel traffico da questi scassapalle, scendono e danno il via ad una folkloristica cinghiamattanza. Presenti anche poliziotti senza casco. (“siete come noi!”, ignoranti e di destra? speriamo di no…). Non poteva mancare l’appoggio alla protesta dalle aree più radicali della sinistra antagonista, se è una sfida a chi non capisce un cazzo, bisogna lottare per vincere.

Ri-evoluzioni: il trombeur de femmes di Arcore si lamenta ad una radio francese di essere, ora, uguale ad ogni cittadino di fronte alla legge. Vergognoso, in un’area politica in cui lo schiavismo non è stato ancora abolito e in cui le legioni si dispiegano per reprimere la ribellione di Angiolinus Spartacus Alfanus, poter intercettare o addirittura arrestare un patriota come Silvio. Uno che è resistito a 4 colpi di stato contro la sua persona e che è pronto alla rivoluzione, se la campagna elettorale non dovesse bastargli. Unico uomo probo, capace di abbandonare un parlamento illegittimo, perchè conscio dell’onta di appartenervi. (le ha praticamente dette tutte davvero, una decina di milioni di voti. E voi volete salvare questo paese?)

Una sospensiva non si nega a nessuno: torna di moda il pretore d’assalto di fine anni ’60, solo in una società più arretrata. Autorizzata la somministrazione di una terapia inventata da uno psicologo truffatore (il link è volutamente preso dalla bibbia del complottaro indignato) a gente che “tanto muore lo stesso”. Se ti intendi della materia non sei competente a dare un giudizio sulla metodologia, perchè sei obnubilato dai preconcetti, interessante rivisitazione della Teoria di Lo Gatto: chi non capisce nulla è più vicino alla verità perchè non ha barriere. Richiesto per il prossimo comitato scientifico la presenza di Paolo Fox, di un calciatore della juve, due veline e Giorgio Mastrota. La gente deve potersi fidare di chi prende decisioni così importanti. Solo un complotto pluto-giudaico-massonico ha costretto Wanna Marchi dietro le sbarre.

Complotti climatici: cade roba strana sul prato del Turk Telecom Arena, e non è Hakan Sukur che sparge polistirolo. Panico nella voce di Fabio Caressa che non riesce a pronunciare la parola “neve” senza pensare a inni polifonici di monaci tibetani che scalano l’Everest in infradito, fucile ed occhiali (come prevede il Pāli Tipiṭaka. Pronunciare con accenti presi in prestito dai fumetti di Geppo). Ma è quando la partita della Juventus viene sospesa che si tracciano i contorni del dramma: “questa è la consistenza che prende la neve quando incontra sostanze chimiche nell’atmosfera!” urla l’idiota dalle frequenze di Sky, e in un attimo è tutto chiaro. Complotto! AgghiaccianDe! il giorno dopo l’epilogo è scritto, su di un campo ghiacciato e infangato solo sotto gli scarpini bianconeri, uno stronzo ex interista – lindo e pinto, giocando su un campo in perfette condizioni, a temperatura gradevole e sorseggiando un cocktail magistralmente preparato – relega l’immagine migliore del calcio italiano a dare lustro all’Europa League. Come quella volta a Perugia, quando si giocava in un campo allagato fino all’inverosimile e i grifoni schierarono il Settebello di Estiarte. Ma stavolta agli italiani, e agli opinionisti della Gazzetta, non la si fa, la ka$ta ha esagerato!!! E’ forse un caso che i turchi non siano nell’euro e conservino la propria sovranità monetaria? Com’è possibile che nevichi proprio quando gioca la Juve? E i terremoti in Anatolia? Signoraggio, scie chimiche, haarp. I media non ve lo dicono, ma ormai la gggente sa dove prendere le informazioni, ora nulla è come prima. Ora, sono tutti coglioni.

Non sforzatevi a fare girare, c’è già Matteo che cambia verso all’Italia.

ps: Teramo come l’Italia. Il Sindaco Brucchi Natale dà del pinocchio al PD che contesta l’aumento della TIA: “ehi, non abbiamo aumentato solo quella!

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: