Diritti di Cancell(i)eria

Il Ministro Cancellieri ai tempi in cui piaceva alla gente e diceva pane al pane e vivo al vino. Poi conobbe la famiglia Ligresti, le ostriche e lo champagne (che provocano anoressia e utilizzo inconsulto dei dispositivi di telefonia).

Il Ministro Cancellieri ai tempi in cui piaceva alla gente e diceva pane al pane e vino al vino. Poi conobbe la famiglia Ligresti, le ostriche e lo champagne (che provocano anoressia e utilizzo inconsulto dei dispositivi di telefonia).

La sintesi (???) perfetta sarebbe la trascrizione integrale della supercazzola brematurata con scappellamento al centro, a destra, a sinistra e al Colle, che è stata la dichiarazione di Gianni Cuperlo prima della riunione dei parlamentari del PD martedì sera.

Sfrondata da avverbi, algide evve, subordinate che manco Cicerone e invocazioni al Baffissimo, era qualcosa del tipo “ah, quanto vorrei che la Cancellieri si dimettesse da sola, senza dover stare qui a sparare cazzate, ma se davvero si dimettesse non sarei più qui a sparare stronzate intellettualmente belle e democratiche, indi per cui spero che arrivi Letta a dirci che la Cancellieri rimane, così c’abbiamo la scusa”.

Con buona pace del grullo di santa Maria Novella e di quel cagacazzi di Civati, il risultato di pochi minuti fa è che la brutta copia della Sora Lella rimane dov’è, tra applausi, baci e abbracci del Governo del Fare.

Cosa rimane, oltre all’ennesima figura di merda di quel PD che i suoi elettori immaginano? Rimane lo splendido risultato del PD che si fa votare, lo stesso splendido risultato ottenuto nelle sparate sulle tessere durante i congressi, lo stesso splendido risultato di chi canta vittoria con il 38% (perchè l’altro non arriva al 50…), lo stesso eccellente risultato di chi vince in Basilicata col 47% di affluenza (che tanto quelli che non sono venuti non ci votavano).

Se poi uno volesse rimarcare il suo essere avantologocioè, non preoccuparsi tanto di chi c’è dietro questa strategia, che è chiaro, ma di cosa ci sia dopo ‘ste genialate… – dovrebbe convenire su alcuni punti chiari:

  • Civati (che il sottoscritto appoggia, nonostante tutto) conta come il due di coppe quando briscola è bastoni, e dopo il congresso conterà lo stesso zero
  • Renzi non ha 200 parlamentari con sé, quelli sono di Franceschini, di Letta e di chi altro gli ha portato tessere nei congressi locali. E giocano per sé stessi, ché non sono scemi
  • Letta vuole durare e non ci sta a fare la fine di Prodi con Veltroni; infatti esistono lettiani per Cuperlo e lettiani per Renzi, non servono i lettiani per Letta
  • D’Alema è vivo e lotta insieme a sé stesso, purtroppo
  • Cuperlo ha la spina dorsale di gommapiuma, se mai ne ha avuta una, e questa è la visione positiva del personaggio; la realtà è peggiore, Cuperlo rappresenta il fine intellettuale organico all’establishment, sceso in campo in prima persona per difendere il comodo stipendio fatto di soldi pubblici fino ad ora percepito, come professore universitario, come giornalista in quotidiani di partito, come funzionario di organizzazioni politiche, come membro di fondazioni di D’Alema. Spiace per chi non ci guadagna nulla nell’appoggiarlo – perchè ha ancora un’idea di sinistra a metà tra il romantico e il fiabesco -, ma quelli che contano e lo sostengono ancora campano alle spalle di questo Paese. E poi c’è pure Fioroni.

La paura delle primarie dell’8 dicembre è tanta, ma l’avvertimento è chiaro, Renzi con la storia della buzzicona al Ministero della giustizia ha dovuto rimettere la coda tra le gambecome gli succederà spesso dopo che diverrà Segretario -, davanti alla prova di forza di chi lo sostiene, ma sta benissimo anche senza di lui, Civati è rientrato nei ranghi obtorto collo, se vuole continuare a correre per le primarie e Letta ha fatto capire chi comanda.

Che poi, sono gli stessi che comandavano con mariomonti, che allo stesso modo responsabilmente sostenevamo.

La Cancellieri è una rappresentante perfetta di quei sempre evocati poteri forti, ingranaggio di un sistema che ha governato il Paese negli anni, fatta di aderenze tra Istituzioni, classe imprenditoriale, banche e partiti politici, e va salvata per questo. Potrebbe semplicemente smettere di tirare in ballo il proprio onore, ma l’arroganza del potere è tale proprio per queste esibizioni.

Ma in fondo, i fini strateghi del nazareno hanno ragione, nonostante tutto col metodo sopra descritto il PD governa a Roma e vince in Basilicata, chissenefrega se poi ci si dice responsabili come quell’illuminato statista di Scilipoti, quando si vota convintamente come Cicchitto e Brunetta?

Il Paese ci chiedeva un governo, e questo rappresenta perfettamente la maggioranza degli elettori: ricattabile, succube di chi comanda, pronto a sparare cazzate pur di salvarsi il culo.

Il PD poteva scegliere di comportarsi in maniera diversa? Certo, ma avrebbe fatto cadere Letta, puntato direttamente a nuove elezioni con Renzi candidato premier, e – forse non ve ne siete accorti – c’è molta gente che preferirebbe la morte ad un’eventualità del genere. Ma ce n’è ancora di più che sta benissimo in questa situazione e di morire non ha alcuna voglia.

Perderanno voti. Finchè non si vota, non c’è nessun pericolo, e per ora non c’è nemmeno speranza. Tanto chi protesta, non ottenendo nulla, si stanca presto, e finisce come in Basilicata. La strategia è vincente, accettatelo.

ps: intanto a Topolinia… il Centrodestra è spaccato, torna Forza Italia – grazie Silvio, mi mancava per i mondiali -, nasce Nuovo centro Destra con giovani del calibro di Cicchitto e Formigoni; liti, urla, accuse di tradimento, per due partiti che in coalizione raccoglieranno più dell’ultimo PdL. Chiamali fessi…

Si voterà quando il centrodestra si sarà riorganizzato, perchè qui si è democratici e non ci piace vincere facile (contando che nello statuto non c’è scritto che si debba vincere). In fondo, tra la Idem e la sua IMU, Alfano e i kazakistani, la Cancellieri e i Ligresti, l’unica autodimissionata è stata la idem. Perchè? Perchè era del PD, ecchecazz!!! (la Biancofiore non fa testo, quella è fessa e basta)

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: