O con noi, o senza di voi.

fuoriAgli Organi Direttivi del Partito Democratico

Ai Segretari Nazionale, Regionale Abruzzese, Provinciale di Teramo

e a tutti i Coordinatori di Circolo della provincia di Teramo

a tutti gli eletti del Partito Democratico

Dirigenti ed Eletti del PD,

il Nostro Partito sta precipitando in un abisso solo tre mesi fa impensabile, siamo passati da una prospettiva di Governo di cambiamento alla situazione attuale, grazie a scelte a dir poco suicide e incomprensibili. Oggi si scrive forse la pagina più nera della Nostra storia: nonostante sin dal 25 marzo fossimo stati convinti che il fondo fosse stato toccato, abbiamo continuato a scavare, a trivellare, anzi.

Dopo anni di campagna elettorale permanente, dopo errori tattici e strategici durante la scorsa legislatura – il Governo Monti su tutti –, pensavamo fosse giunto il momento di abbandonare l’idea di considerare l’attuale centrodestra come un interlocutore affidabile, anche solo sul livello delle scelte istituzionali.

Ci avevamo creduto, avevamo creduto che finalmente quello che era chiaro ai Nostri elettori da un ventennio, fosse entrato nelle convinzioni degli eletti: no a nuove operazioni di piccolo cabotaggio, che pur con tutte le nobili intenzioni, portassero a indegni nuovi benefici per chi delle stesse Istituzioni ha fatto carne di porco, sin da quando il sottoscritto neanche poteva votare.

Abbiamo passato 50 giorni ad “inseguire i grillini”, rischiando anche di essere irrisi, ma consapevoli che gran parte del nostro elettorato era finalmente soddisfatta dei no netti alle profferte di un PdL ormai allo sbando.

Avete rovinato tutto in tre giorni.

Avete dato ragione a tutti coloro che gridavano al piddì-meno-elle, a coloro che sbraitano che siamo tutti uguali, avete tradito il principio sulla base di cui avete chiesto e raccolto voti: essere alternativi a questo centrodestra.

Ma soprattutto nessuna voce di dissenso a questo incomprensibile piano autodistruttivo, si è levata ancora chiara su questo punto.

Oggi voi ponete le basi per un ennesimo governicchio/accordo al ribasso con Silvio Berlusconi e per la definitiva scomparsa di un soggetto politico di centrosinistra. E lo fate senza colpo ferire, dietro lo scudo umano di un ottantottenne Presidente della Repubblica, di nuovo prestatosi ad un ruolo di garante di un patto degenere, che mal si addice alla Sua storia e alla Sua statura politica.

E’ il massacro definitivo.

Non solo per voi, ma soprattutto per tutti coloro che nel PD avevano creduto, per coloro che si sono impegnati, e continuano a farlo, nel nome di parole d’ordine come capacità, onestà, visione. Tutto ciò che abbiamo sempre ritenuto mancasse al mondo berlusconiano, a cui si riduce lo scarsamente variegato di vassalli e valvassini del centrodestra italiano.

Abbiate l’ultimo sussulto di dignità, ora.

Non serve più attendere un congresso di un partito, che grazie a voi verrà travolto dal caos che avrete creato, non è più sul tavolo la contrapposizione tra correnti dalemiane, renziane, popolari o diessine, ora esistono solo due posizioni: chi accetta questo accordo indegno e chi ad esso si oppone.

Dite da che parte state, e comportatevi di conseguenza. Se avete tradito lo spirito della nascita del PD, andate via. Andatevene, con i voti che vi abbiamo affidato, col frutto del nostro lavoro, ma andatevene. Ora.

E’ il caso che prendiate una posizione, io non so quanto la mia sia condivisa, ma è il caso che finalmente si arrivi ad una decisione netta. Ne avete il coraggio? Avete il coraggio di schierarvi palesemente, o continuerete nell’ottima strategia che vi ha portato ad affondare un nome come quello di Prodi al Quirinale, e a non pensare nemmeno per un attimo a convergere su quello di Rodotà?

Volete l’abbraccio con Berlusconi, o volete rappresentare Noi?

Non voglio lasciare questo Partito, perchè i suoi valori sono la mia casa, ma non accetto di dovermi vergognare ancora per voi. Il mio incarico di Segretario di Circolo non ha il valore di un posto in Parlamento o tra i Grandi Elettori, ma continuo a ritenerlo importante, perchè qualcuno ha deciso di scegliermi per rappresentarlo, ed è a disposizione di queste persone; dovreste mostrare lo stesso rispetto per chi oggi Vi consente di sedere tra i banchi di Camera e Senato.

Se alla fine della conta questo partito dovesse essere sulle Vostre posizioni non potrò rimanere al suo interno, questo è sicuro, ma se si verificasse il contrario vi invito sin da ora a percorrere altre strade.

Per ora, ricordatevi che state coprendo di vergogna tante persone che in questo Partito avevano creduto, e che continuano ad urlarvi “O CON NOI, O SENZA DI VOI”.

Maurizio Sciamanna

ps: potete fare l’uso che volete di questo post, copiarlo, postarlo, sottoscriverlo, pubblicarlo, inoltrarlo, farlo ingoiare al vostro eletto preferito.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: