Inadeguatamente, ‘sti cazzi.

Scelte come queste potrebbero essere “onestamente inadeguate”, a meno che uno non aspiri a partecipare a Sanremo con Formigoni e Giannino. Vabbe’, qualcuno doveva pur dirlo…

avvertenze: il seguente post contiene termini scurrili, triviali, linguaggio da osteria e atteggiamenti da biscazziere. Non biasimate i protagonisti dei fatti: non è colpa loro, è tutto frutto del sistema scolastico italiota.

Boh, sinceramente a me di tutta la bagarre sulle provincie (bagarre, e non bagarra, qualcuno prenda nota) non mi interessava nulla, soprattutto per come è emersa a questo punto, tuttavia ora due puntini sulle i vorrei metterli pure io. Non a mezzo stampa, non in un organismo di partito, ma qui sopra, sul mio blog. Ma non come ho fatto in passato, pur rimanendo valido quanto già detto.

Perchè? perchè quanto sta accadendo è una pagliacciata. O se preferite, una burattinata di regime.

Dovevate andare verso la cancellazione delle provincie se lo volevate davvero, o prendere decisioni come il ricorso alla Corte Costituzionale, se pensavate che la riforma non aveva senso, se fatta in questo modo. E dovevate farlo ufficialmente, ragionando due minuti, invece che mascherare le beghe dovute ad alcuni interessi territoriali dietro la volontà di non decidere, chè tanto alla fine, la colpa la davamo al centrodestra.

Potevate tacere, perchè in fondo parliamo di provincie da giugno, in tutte le salse, mentre avremmo potuto lasciare la patata bollente in mano a chi governa – e avrebbe avuto una ragione, nell’ottica di cui sopra –, ma il PD in tutto Abruzzo ha deciso che quello era l’argomento principe dell’estate, e siamo ancora qui a parlarne.

Un parto, ecco cos’è stata questa discussione, un parto, ma il bambino è nato morto.

Cos’è non sapevate che il campanilismo, come ovunque in Italia, è una cifra di questa regione, in un Paese più attaccato alle glorie del 1200 che alla riforma del 1970? Oppure semplicemente, al solito, fatti due calcoli, si è provato a salvare il salvabile, considerando i minimi danni collaterali possibili?

Delle mille proposte emerse – tutte geniali nella loro pochezza, per carità – l’unica ad avere un senso compiuto era quella della Provincia Unica d’Abruzzo, che risultava essere una vera sfida nell’ottica della revisione della spesa e che avrebbe potuto garantire una nuova organizzazione, magari funzionale, dei servizi sul territorio. Ovviamente è stata abortita. Un solo voto al CAL, smentita sugli organi di stampa prima ancora di discuterla. Da tutti, parlamentari, sindaci, dirigenti di partito… mentre ancora se ne discuteva. Mentre altri organismi l’avevano fatta propria. Amen.

Alla fine devo leggere anche di chi si rallegra della lungimiranza della propria proposta, a mezzo stampa – due provincie, ma non era ricerca di visibilità andare sui giornali con proposte “non in linea”? –, quando persino la posizione del PD sembrava essere un’altra. Una cosa tipo tre o zero, ma metti pure 5 euro sulla Fiorentina. E allora io mi vanto di fare analisi più lucide, o – per come ragiona qualche illuminato – di fare la Cassandra. (la Fiorentina ha vinto, ndr)

Ma non solo, devo sentirmi dare, indirettamente o meno – e qui entro in gioco io -, dell’onestamente inadeguato, perchè decido di sostenere chi ha voluto sollevare una serie di questioni, che in breve possono ridursi a “avete avuto un comportamento che si è concentrato nel sacrificio della provincia di Teramo per salvaguardare un’unità di facciata che tutelasse altri interessi territoriali”.

Roba che magari si poteva riassumere in due righe, senza bisogno di manifestazioni di popolo, di uno spruzzo di demagogia, che non prestassero il fianco ad eventuali – a furia di suggerirgliele forse ne approfitteranno davvero – strumentalizzazioni politiche da parte di quei cattivoni del centrodestra.

Il fatto, tuttavia, rimane.

E l’inadeguato qui presente sente di fare notare una cosa, emersa da tutto ‘sto discutere: si è capito che le posizioni del Gruppo Consigliare Regionale erano diverse, e che per tutelare l’unità si è preferito non partecipare al voto. Geniale. Inadeguato, però.

Sapete quali erano le posizioni? 4 consiglieri per la provincia unica, 2 contraridi cui uno assolutamente – per la paura di essere linciati dai propri concittadini. Sembra che tra Pescara e Chieti le lame le affilino meglio, le pietre siano più dure e gli indigeni abbiano una mira eccezionale.

4 – 2. In un mondo normale non ci sarebbe da discutere, anzi ci sarebbe da fare capire come una posizione tanto saggia metta in difficoltà la presenza di proposte senza senso come le Zero Provincie pidielline, o la conquista dell’area vestina proposta da Brucchi, invece per non fare torto a nessuno, si esce dall’Aula. E si esce dall’Aula solo dopo aver dichiarato che in fondo, ‘sti cazzi. Inadeguati?

Diciamoci la verità, però, anche i consiglieri della provincia teramana non si sono stracciati le vesti, quando in altre occasioni hanno votato contro il parere del Gruppo, ma che ci volete fare, a L’Aquila c’erano gli ultras del Chieti, mica i Pirates, o i CUG, ché qua non ci sono solo giovanissimi. Onestamente inadeguati?

Potrei andare avanti, con dirigenti che sfilano insieme ai fascisti – veri… – in difesa del proprio capoluogo, o con decisioni dirigiste e polemiche, o anche con atti che sembrano dettate più da ripicche puerili che da reali scelte politiche. Toh, mi viene in mente l’ostracismo verso qualcuno alla costituzione del Comitato Regionale per Bersani. Eppure nessuno ha detto che qualcuno fosse inadeguato a compiere queste scelte, magari visto il proprio ruolo.

Quindi, attenzione a non dire cazzate. E se non vi piace il termine, chissenefrega [cit.]. Non preoccupatevi delle merde raffigurate sui blog, pensate a non rischiare figure di merda. Ops, ho detto merda! dovevo dire m…a, sennò passo per cafone. Ma dai diamanti non nasce niente, etc etc… Perchè poi, magari, qualcuno si ricorda ogni dichiarazione inadeguata da voi rilasciata, ogni atto inadeguato da voi portato avanti.

Il vittimismo non mi appartiene, che ci posso fare, ormai si piange solo da posizioni di vantaggio, quando si è sicuri che chi ci sta dietro arrivi tosto a darci una mano. C’ho la sfiga di non avere nessuno pronto a correre in soccorso, come molti altri, quindi non sono costretto nemmeno ad incassare. E sono contento che qualcuno ha deciso di sollevare “il babbarozzo di cui sopra” [cit.] sul riordino delle provincie abruzzesi, anche perchè rompe quella sensazione di accerchiamento che sembra affliggere la politica teramana. Un accerchiamento da parte di soldatini di piombo, però, che per togliersi qualche sassolino dalla scarpa – mettete i calzini, almeno –, rischiano di venire sommersi in una lettiera per gatti. A proposito, il dialogo “e non fate sempre i soloni”, “a me!??! soloneee?!?!?!”, lo inseriamo di diritto nella top ten “perle di pirla”…

Quindi, che si continui a credere che queste siano sparate dettate dall’esigenza della visibilità, che siano gli sfoghi del piangina di turno, o che ancora peggio siano attacchi personali dettati dall’antipatia. Però la questione politica rimane, e non si risolve con una sparata feisbucchiana o una minaccia di querela. A chi pensa che qualcuno sia inadeguato, e gli riconosco comunque di dire sempre quello che pensa – che non è un merito, i bambini lo fanno incoscientemente –, io consiglio di fare come me, pensare ciò che dice.

Vanno bene anche i commenti anonimi su i due punti, però usatelo bene google translate se volete scriverli in italiano, ché sennò non si capisce una cippa.

E comunque, ‘sti cazzi. Per dire davvero qualcosa di onestamente inadeguato.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: