Archive | agosto 2012

Carambola e filotto.

A momenti c’ero cascato anch’io…

Continua la polemica su quanto avviene intorno – in ogni senso – all’ospedale teramano, dalle vicissitudini parentali e giudiziarie del suo illuminato manager, ai più pratici problemi di sosta dei pazienti della struttura. Tra nipoti, indagini, emolumenti, birilli e soste orarie il clima si fa caldo, quasi come nei reparti senza aria condizionata del Mazzini.

Ma in fondo, Maggiori servizi con pareggio di bilancio™ non poteva solo essere un manifesto – pardon, telo – promozionale all’uscita del Lotto Zero.

Non mi voglio dilungare, c’è poco da scrivere quando va tutto bene. Va tutto così bene che se prima almeno mi sforzavo di lamentarmi per il modo ridicolo in cui è stata gestita la situazione parcheggi di Piazzale Italia, ormai non ne sento più il bisogno, dopo che il consigliere Fracassa pare aver preso in mano saldamente la situazione nella lotta alla gabella occulta, e lo stesso Sindaco ha promesso di intervenire. Continua a leggere…

Attentato!!!

Nell’immagine la ricostruzione dell’attentato da parte dei R.I.S. di Canale 5, e la conferma della letalità dell’ordigno. Tra i primi ad esprimere solidarietà per l’accaduto, il pluri ex presidente del consiglio, ex ministro, senatore a vita, Giulio Andreotti: “non fanno più le poltrone di una volta, la mia ancora resiste”.

Ancora una volta, contro tutto e contro tutti, sono costretto a darvi la notizia che non leggerete oggi su nessun quotidiano, né ascolterete in un qualunque TG; è vero, esiste un complotto planetario, e questa ne è la prova.

Roseto, I Festa Provnciale dei Giovani Democratici, dibattiti, musica, birre e la storia di un sabotaggio. Il fattaccio che non ti aspetti, una vile azione di disturbo – di dubbia provenienza –, che rischia di trasformare una tranquilla serata in una tragedia politica. In breve la cronistoria degli eventi: dopo aver allontanato dalla zona del dibattito il sottoscritto, con la scusa di procacciare del cibo per i musicanti, il commando interviene, preparando la trappola mortale, sotto forma di sedia di plastica alterata nella sua struttura portante. E’ un attimo, quando l’incauto altissimo dirigente politico di primissimo pianosempre il sottoscritto – già relegato al semplice ruolo di moderatore di dibattiti tra giovincelli, impegnato a degustare una coppa di bevanda caramellata (pagata di sua tasca, come contributo alla causa…), cade nell’imboscata. Solo i suoi prontissimi riflessi gli consentono di accasciarsi lentamente al suolo, senza riportare danni ulteriori, salvando il prezioso contenuto del suo bicchiere, disperso solo in parte, tra l’ammirazione degli astanti per l’elevata difficoltà del complesso gesto tecnico. Continua a leggere…

2,6 milioni di disoccupati e vieni a disturbare me?

Come avete notato il blog si era preso una vacanza, in ogni caso troppo breve, che sarebbe dovuta continuare almeno fino al prossimo lunedì, purtroppo in periodi di crisi restare in panciolle pare essere sconveniente, e quindi, grazie all’intervento del prode Matteo Sabini, il sottoscritto è stato pescato nel mazzo del 35% dei giovani italiani a spasso, per essere destinato ad un impiego di elevata responsabilità.

Come ogni incarico importante e necessario, sarà ovviamente non retribuito e con spese a carico di colui che accetta.

Vabbè, basta chiacchiere, mosso a compassione – ed elucubrando di mettere in atto oscure trame surreal-dadaiste – vi annuncio che venerdì 24 agosto potrete vedere il sottoscritto, durante la festa provinciale dei Giovani Democratici all’Arena 4 Palme di Roseto, nell’improbabile veste di moderatore di un dibattito politico (!!!), dal titolo “PUNTI DI VISTA: TEMI E PROSPETTIVE DIVERSE”, che vedrà impegnato il gotha dei giovini politichi della provincia teramana – finchè esiste – su temi assolutamente estemporanei, non avendo io ancora in mente nemmeno l’ombra di un filo conduttore e, se mai dovessi un minimo organizzarmi, non avendo la minima intenzione di comunicarlo in anteprima agli ospiti.

Insomma se volete trovare me (notare che mi iscrivo per primo nella lista, conscio dell’importanza del ruolo), Simone Aloisi (GD), Marco Borgatti (FdS), Mattia Fanì (SeL), Fabrizio Fornaciari (PdL), Luigi Ragni (IdV) e l’iperattivo Matteo Sabini (GD) a discutere di massimi sistemi, politica nazionale e locale, varianti del 4-4-2 e uso compulsivo dei social network, non vi resta che aggirarvi per l’Arena Quattro Palme di Roseto venerdì sera alle 20.45; mal che vada, prima e dopo ascolterete un po’ di musica dal vivo. Sottolineo il fatto che sono stato spacciato come blogger teramano, la fantasia a questi giovani non manca proprio.

Per rispetto istituzionale posso dirvi che non chiederò a nessuno degli ospiti quale sia il politico del proprio schieramento che stimano di meno, ma chiederò di sicuro per quale squadra facciano il tifo; perchè se uno è juventino conviene sempre andarci coi piedi di piombo (o preparare i ferri per i polsi…).

ps: eventuali cambiamenti di programma sono da imputarsi unicamente a Matteo Sabini. (già è arrivata la prima modifica)

Salviamo l’UDC dal centro-sinistra…

Era il 2008, lui c’entrava, e ci teneva a ribadirlo. Oggi però a proclamarsi colpevoli, ehm, no… responsabili sono un po’ tutti, quindi le idee di merda sono un po’ sempre le stesse.

Stavolta sarò brevissimo, giuro, e persino serio. Lo so, non sono credibile, ma vi stupirò.

Vedo su ogni quotidiano nazionale l’annuncio della definizione della nuova santa alleanza, il Polo della Speranza, con dentro PD, SEL e UDC, con un entusiasta Nichi Vendola e giusto qualche perplessità da parte di un Buttiglione qualunque. Roba da infarto, se poi uno non approfondisse, leggesse le prolisse espressioni vendoliane, leggesse quella interessante – ma dal nome improponibile – CartaIntenti del PD, sentisse Bersani distinguere tra alleanza elettorale e convergenze post elezioni. Insomma per ora l’UDC non ce la siamo caricata, e l’IDV non ha fatto cartello con Grillo, soprattutto perchè il M5S non li vuole

A Teramo invece, cerchiamo di sperimentare. Continua a leggere…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: