Cialtroniade

“Una volta credevo a tutto, ho creduto nel Nuovo Miracolo Italiano e che Ruby era la nipote di Mubarak, ma poi ho aperto gli occhi: gli Illuminati e le plutocrazie giudaico massoniche hanno cospirato contro di noi insieme a quei signoraggisti della BCE, grazie al progetto HAARP e le scie chimiche cercano di renderci schiavi del Nuovo Ordine Mondiale, ma io e gli amici del meet-up Bar dello Sport di Sgarfagnata da Sopra faremo come in V per Vendetta!”. Ecco bravo, fatti saltare in aria. Nel deserto.

L’ho sempre detto che servirebbe un esame abilitativo per l’uso di un pc, o quantomeno un corso preparatorio all’uso della rete, per evitare di incorrere, e fare da megafono, alle più fantasiose castronerie che si possono trovare in giro per il mondo. Abbiamo deciso che Internet è la nuova frontiera, e spesso è anche la Verità, e abbiamo scambiato un mezzo di comunicazione per il contenuto stesso della comunicazione, e adesso ne paghiamo lo scotto: produttori di cazzate si danno da fare per sopperire al bisogno di cazzate di un pubblico sempre più ampio.

L’esempio di oggi è il ritorno in grande stile di colui che prevede i terremoti dopo che sono avvenuti, il Vate della Scala Richter, Gianpaolo Giuliani, attraverso un megafono virtuale di portata notevole – il blog del Ras del Palasport – ci ha di nuovo annunciato che, lui, la catastrofe l’aveva prevista, ma al solito nessuno gli ha dato ascolto. Ora se tre anni fa potevo pensare che fosse un povero esaltato comunque in buona fede, oggi mi sono convinto ad ascriverlo alla categoria dei professionisti dello sciacallaggio. Ma di Giuliani non me ne frega nulla, quello che mi importa è una riflessione sulla nostra società.

Ho da sempre sposato la Teoria della Stupidità del prof. Cipolla, e sono convinto della validità dei suoi assiomi, però credo sia il momento di integrarla con alcune specificità italiote: siamo un paese di cialtroni, più di altri, siamo un paese di cialtroni pigri.

L’offerta di ciarlatani a livello mondiale è altissima, tuttavia non riesce a sopperire la richiesta della penisola italiana, dove da decenni l’abuso della credulità popolare più che perpetrato è richiesto dagli abitanti stessi. Spara la stronzata e sarai sicuro che avrai i tuoi seguaci, sparala sul web italico e stai sicuro che la troverai anche sugli altri mezzi di informazione, sparala sul blog di Grillo è sarà necessariamente amplificata.

Perchè? Perchè questa è la rete italica, dove i siti complottisti hanno più visite di quelli di informazione, dove l’età media dei navigatori è pari al loro QI, dove la gente usa Internet per scaricare le canzoni di Alessandra Amoroso.

E’ l’ignoranza la chiave di tutto, un’ignoranza coltivata ed esaltata, totalmente ascientifica, nel Paese in cui ogni approfondimento è superflo, dove la semplificazione deve regnare sovrana.

Ecco è questo il problema, non la scarsa cultura scientifica, ma la pretesa di piegare la scienza alle proprie capacità intellettive: quando qualcosa è troppo complicato va semplificato in maniera tranchant, se ancora è troppo complicato si deve ricorrere ad una spiegazione “altra”, un rasoio di Occam all’ennesima potenza, insomma. In fondo abbiamo accettato per fede e per tifo di tutto e di più – abbiamo inventato la sudditanza psicologica degli arbitri, per credere che non fossero comprati… – e siamo tanto bravi nel ribaltamento della realtà di ciò che non ci conviene o non possiamo capire, che lamentiamo censure superiori (la scienza ufficiale, la storia ufficiale, la ricerca ufficiale) ogni volta che i fatti non sposano le nostre opinioni. “Anche Galileo venne condannato dal Sant’Uffizio!”, è vero, ma se non hai capito perchè, per te il Sole continua a girare intorno alla Terra.

Fortunatamente, in un paese dove la dietrologia è il secondo sport preferito dopo l’improvvisarsi CT della nazionale, qui da noi è tutto più semplice, si grida al complotto ed è fatta, dopotutto i complotti veri li abbiamo tollerati per anni sulla nostra pelle, e questi nuovi sono sicuramente più interessanti, almeno come una puntata di Un Posto Al Sole. Siamo il paese di Wanna Marchi, del metodo Di Bella, dei maghi e dei guaritori – vengono dalle Filippine a prenderci per culo, perchè qua ci si guadagna davvero –, il paese che poi si rivolge alla legge per essere tutelato dalle truffe, e siamo il paese delle stragi senza colpevoli e che si è perso un DC-9 sopra Ustica, senza che in fondo importi nulla a nessuno. Siamo il paese dove la scienza è da sempre magia, dove l’eccellenza di pochi diventa orgoglio nazionale, dove l’essaltazione della scoperta deve essere condivisa. Tipo quando qualche “italiano” annuncia di aver scoperto che i neutrini sono più veloci della luce, e noi festeggiamo così tanto da inaugurare un tunnel tra Ginevra e il Gran Sasso, salvo poi scoprire che non era vero nulla.

Meglio concentrarsi sulle washballs, sul Nobel comprato dalla Montalcini, sulle auto ad aria compressa, sul fracking, sul signoraggio, o sugli avvistamenti degli alieni. Poi basterà votare Movimento 5 Stelle e ripuliremo il mondo. Perchè? perchè l’ha detto Lui, e si sa quando ti proponi come profeta e guadagni il ruolo di auctoritas presso i tuoi illuminati adepti, ma tutti gli altri ti danno addosso, non puoi che avere ragione tu, qualunque cosa tu dica o sponsorizzi (Grillo avrà tanti meriti, ma deve caricarsi anche la responsabilità di aver portato a votare gente del cui contributo non si sentiva l’esigenza).

Qualcuno ogni tanto mi chiede se non mi piacerebbe che si istituisse istituire una specie di esame per il voto, sarei tremendamente tentato di dargli ragione, ma il mio democraticismo e soprattutto la statistica mi fanno sempre pensare che potrei non essere io a stabilire i criteri per l’ammissione, e allora accetto che anche le capre possano dire la loro. In attesa del 21 dicembre 2012, quando spero che la maggioranza di chi crede nella fine del mondo si suicidi davvero, rimango fedele allo spirito di questo blog, convinto che libertà di parola non possa voler dire parole in libertà, anche quando mi dovessi sentire circondato di cialtroni, continuerò a ripetermi: non ci si può fare ricattare dalla stupidità altrui!

ps: se proprio dovete darvi alle predizioni, provate col SuperEnalotto, se vi va male finanziate lo stato, se vi va bene…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: