Pareggio di bilancio? Una cagata, tecnica.

Sto talmente incazzato che mi fanno sorridere pure le immagini dal sito de Il Giornale e Libero.

Più mi sforzo e meno ci capisco, e come in un trailer di Maccio Capatonda, prima o poi mi ridurrò a cercare un pusher di IM, perchè come la maggior parte di questo paese – non trovo una minuscola più piccola – e dei suoi rappresentanti, voglio utilizzare il 2% del mio cervello: il PD è in una maggioranza con Casini e Alfano, sostiene il governo di un professore di un’università privata miracolato da Berlusconi, accetta riforme pensionistiche e del lavoro indecenti, pensate da una frignona che conta l’intera famiglia (pensione futura inclusa) a carico dello Stato e predica la quaresima per gli altri, e last but not least approva una riforma costituzionale in allegra compagnia di Gasparri e Quagliariello, per quanto riguarda l’inserimento in Costituzione dell’obbligo del pareggio di bilancio.

Siamo a cavallo.

L’anno scorso qualcuno diceva “(…) non si parli di cose che non esistono in nessun posto al mondo, come il pareggio di bilancio per Costituzione. Non vogliamo castrarci nei secoli di qualsiasi politica economica”, poi improvvisamente abbiamo deciso di castrarci di ogni politica, ed affidarci a mariomonti e il circo Barnum, ma nonostante la “disperazione”, non faremo la fine della Grecia. Cioè da noi nessuno protesterà mentre a colpi di salvaitalia, cresciitalia, svegliaitalia, defibrillaitalia, continueranno le geniali politiche che ci hanno portato dove siamo. E continueranno con gli stessi protagonisti.

Oggi accettiamo il pareggio di bilancio come vincolo economico nella Costituzione, e lo facciamo ovviamente all’italiana, con una posizione forte e netta, l’italico e sempreverde FORSE.

Perchè da noi non valgono le preoccupazioni dei premi Nobel che scrivevano ai Democratici americani, quando l’idea balenava ai Repubblicani,

« Inserire nella Costituzione il vincolo di pareggio del bilancio rappresenterebbe una scelta politica estremamente improvvida. Aggiungere ulteriori restrizioni, quale un tetto rigido della spesa pubblica, non farebbe che peggiorare le cose“; avrebbe effetti perversi in caso di recessione. Nei momenti di difficoltà diminuisce il gettito fiscale e aumentano alcune spese tra cui i sussidi di disoccupazione. Questi ammortizzatori sociali fanno aumentare il deficit, ma limitano la contrazione del reddito disponibile e del potere di acquisto»

né le posizioni del compagno Hollande a cui guardiamo come nuovo sole dell’avvenire in terra d’oltralpe, che perculano Sarkò e il culone della cancelliera tedesca sulla deriva recessionista del fiscal compact alla bocconiana; da noi facciamo le riforme a larga maggioranza – non si ricorda nell’ultimo decennio una riforma della Costituzione così veloce, che non dovesse essere sottoposta a referendum confermativo –, con una larga maggioranza di gente non eletta (e manco nominata) per farlo, in un parlamento che non rappresenta, oggi ancora di più, l’orientamento degli elettori, non fosse altro perchè almeno esteticamente prima i poteri forti si nascondevano dietro altri figuri.

- Oh, Mario, fammi vedere le tue misure eccezionali!
- Angela, sobriamente, c'ho uno spread così...

Noi facciamo il fiscal compact all’italiana, praticamente taroccato: la norma del pareggio di bilancio è aggirabile, perchè “il ricorso all’indebitamento è consentito solo al fine di considerare gli effetti del ciclo economico e, previa autorizzazione delle Camere adottata a maggioranza assoluta, al verificarsi di eventi eccezionali”, il che vuol dire che sarà sempre accordato in caso di emergenza politica – leggi prima delle elezioni – e diverrà un randello durante il periodo di governo, perchè nessuna opposizione che non sia il PD portato in parlamento da Veltroni – cioè l’attuale, incluso Calearo – accetterà mai di salvare le chiappe al governo in difficoltà, se non dietro lauta ricompensa. E sperate di non trovare un nuovo irresponsabile modello Berlusconi, perchè il prezzo potrebbe anche essere più alto del dovuto.

Sapete quali sono le conseguenze in questo paese? Qui, dove le conferenze stampa di mariomonti ci spiegano come è impaginato il DPEF e se è rilegato sobriamente o meno, ma mai cosa contenga in concreto, ci diranno che lo Stato sarà più simile all’assennato padre di famiglia, che non spende più di quello che incassa, ma non ci diranno come ciò avverrà: tagli dissennati allo stato sociale, cinesizzazione del mercato del lavoro, riduzione del welfare se aministrerà la destra, aumento della pressione fiscale – ulteriore – per far fronte ad eventuali nuove spese (o solo al mantenimento dello status quo) se governerà la sinistra. Un mondo degno della miglior semplificazione berlusconiana. In un paese dove le tasse, dirette o indirette, le pagano sempre gli stessi, forse riusciamo a perdere anche i quattro consensi che avevamo, togliendo anche ogni parvenza di esistenza di stato sociale.

Non abbiamo solo castrato ogni politica economica keynesiana, che ad oggi è stata l’unica soluzione funzionante per uscire da una crisi sistemica, ci siamo tagliati le palle e non abbiamo nemmeno fatto un dispetto a nostra moglie.

Se vi chiedete cosa stia ancora a fare nel partito in cui Letta, Fioroni, Veltroni, Renzi e compagnia cantante celebrano “le gesta del governo tecnico” e la necessità di proseguire sulla strada del rigore e della sobrietà, mentre i loro (ex) elettori pensano seriamente ad emigrare in Svezia, ve lo dico senza problemi, ora come ora, per cacciarli a calci nel culo. O insegnargli i fondamenti della macroeconomia. (ps: m’ero scordato l’autorevole D’Alema, fa che si offende.)

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: